Come scegliere la piscina per la casa? Consigli e regole

Piscina in casa, come sceglierla? Ecco tutti quanti i dettagli e i consigli dei professionisti da seguire ancora prima di installare una piscina nel proprio cortile o spazio aperto.

Tipologia e budget piscina in casa

Avere la piscina in casa oltre una certa soglia è considerato oggi un bene di lusso. Ma per chi possiede lo spazio adatto e ha voglia di avere un antistress proprio fuori dalla porta, questa è sicuramente la scelta più giusta da fare. Ci sono soluzioni differenti che vengono incontro ad ogni terreno e budget che si ha a disposizione, per questo motivo sarebbe indicato valutare tutti i dettagli in precedenza e poi concretizzare il proprio desiderio.

Uno dei primi aspetti che bisogna prendere in considerazione è il proprio budget, ovvero quanto spendere per la messa in opera – tipologia e anche manutenzione secondaria. Le piscine che si possono avere oggi sono di tre tipologie:

  • Piscina interrata che ha una longevità molto lunga e anche una estetica migliore. Definita molto solida e perenne dai professionisti del settore, questa piscina viene integrata allo spazio di terreno che le si può dedicare. L’investimento non è da pochi e per scegliere questa soluzione è sottointeso voler ottenere una base per il nuovo notevole  ma anche una estetica migliore. Se si pensa anche al valore della casa in caso di vendita, questo sale notevolmente.
  • Piscina semi interrata che è altresì considerata una soluzione ottimale per tutte le persone che badano all’estetica della propria casa. Ha le stesse caratteristiche di quella interrata in termini di burocrazia e lavori, ma dona all’immobile un plus aggiuntivo in termini di valore. La sua caratteristica principale è avere una parte fuori e una parte dentro il terreno. Quando si usa? Solo se si valutano delle problematiche in termini di terreno e ha comunque un costo inferiore della interrata.
  • Piscina fuori terra che è quella che richiede sicuramente un budget non alto. La sceglie chi la vuole trasportare oppure per chi ha una casa in affitto e non ha l’autorizzazione per fare dei lavori massivi e definitivi. Non si modifica l’aspetto esterno ma si ha la possibilità di avere una piscina sempre pronta.

Dimensioni piscina in casa

Naturalmente un altro degli aspetti che devono essere presi in considerazione è la sua dimensione. Le dimensioni e forma sono due dettagli che vengono valutate in fase di progetto, anche sempre in merito al budget e allo spazio a disposizione. La scelta è prettamente personale: la piscina si sceglie solo per il relax? Oppure si vuole qualcosa in sviluppo verticale per una nuotata a livello olimpionico?

Questa è una scelta da valutare in sede di progetto per l’uso che se ne vuole fare di questa piscina. Le dimensioni di norma sono le seguenti:

  • Piscina dimensione standard 32 mq
  • Mini piscina dimensione 10 mq
  • Corridoio di nuovo 10 metri in lunghezza con sviluppo verticale

Una volta che la dimensione è stata scelta allora si può optare per la sua forma che di norma si presenta come segue:

  • Ovale armoniosa e molto elegante, consente di camminare lungo la vasca ed è indicata per chi desidera relax continuativo
  • A fagiolo è molto usata da chi ha spazio da dedicare e soprattutto se ci sono dei bambini. Questa soluzione è a multizona con uno spazio con acqua bassa e uno spazio con acqua alta.
  • Rettangolare che si solito è quella standard senza tempo e sempre di moda
  • Corridoio a sviluppo verticale per chi desidera nuotare e avere lo spazio necessario per le sue bracciate quando desidera.

Anche il fondo della piscina in casa è molto importante e anche in questo caso è una scelta del tutto personale. Infatti bisognerà valutare se ci sono bambini, persone che non sanno nuotare o altro.

Last updated: March 15, 2021

Comments

No comments yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.